Sognare Soldi: significato ed interpretazione


Questo è uno tra i sogni più ricorrenti. Ma cosa significa effettivamente sognare soldi? Spesso vediamo il denaro sotto forma di banconote oppure di monete, ma questi soldi possiamo anche riceverli, oppure donarli, ma anche trovarli. A seconda dei casi il significato del sogno varia. Infatti i soldi sono legati a una determinata simbologia davvero molto ricca e intensa, specie per il fatto che i soldi rappresentano nella nostra vita quotidiana un vero e proprio punto di riferimento.

Dal punto di vista del subconscio i soldi possono equivalere a un segno di potere, di determinazione, di forza, infatti possono ricondurre a un mezzo con il quale poter controllare gli altri.

Sognare banconote, o comunque soldi in carta, può significare solitamente una certa ricchezza o anche un segno di prosperità, infatti il denaro in banconote hanno un valore molto superiore rispetto alle monete. Quindi sognare banconote potrebbe indicare una cerca concretezza nel realizzare dei progetti molto ambiziosi, proprio usando quel denaro. Ecco il perché si sognano banconote e non monete, proprio per il loro valore più alto.

Ovviamente anche in questo caso, come per quanto riguarda le monete, i soldi in carta hanno un valore positivo qualora li si sogni cadere dal cielo o spuntare dal terreno, mentre hanno un’accezione negativa qualora li si sogni volare via. In tal caso possiamo dire che il sognatore in questione non si sente affatto sicuro e che non c’è nulla di stabile per quanto riguarda la propria vita.

Sognare monete invece potrebbe indicare purezza, infatti sognare i soldi in metallo può mettere in luce il nostro essere onesti. Sognare le monete può indicare il fatto di voler dimostrare il fatto che siamo persone oneste e sincere, ma allo stesso tempo ci indica che siamo alla ricerca di noi stessi e della felicità raggiungibile tramite le piccole cose.



Clicca Qui ed Interpreta il tuo Sogno !

Leggi anche


Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*